Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

La caccia in Italia

La caccia in Italia
Etichettato sotto

Sebbene molto ridotta nel numero dei praticanti, la caccia rappresenta tutt’ora un problema serio per gli uccelli e la natura del nostro Paese.

Molte specie in precario stato di conservazione sono ancora cacciabili. Molte altre sono cacciate in periodi delicati e peraltro vietati dalla normativa, come quello della migrazione prenuziale, quando gli uccelli si preparano al viaggio di ritorno verso i luoghi di riproduzione o lo hanno già cominciato. Ci sono specie cacciabili che risultano simili (le cosiddette look-a-like species) a specie altamente minacciate, con il rischio di confusione e di abbattimento di queste ultime.

Mancano dati attendibili sugli animali abbattuti ogni anno, cosicché risulta impossibile capire se l’attività venatoria italiana possa essere considerata sostenibile secondo i parametri nazionali, europei e internazionali. Inoltre, in Italia la caccia è ancora praticata con pallini di piombo, altamente tossici, che hanno conseguenze indirette letali per molti uccelli, inquinano le acque e il terreno e possono comportare danni anche agli esseri umani.

Molte pratiche legate alla caccia appaiono desuete, violente e culturalmente non tollerabili, come ad esempio l’utilizzo dei cosiddetti “richiami vivi”, uccelli tenuti per tutta la vita in gabbia e utilizzati come “esche” per far avvicinare e catturare altri uccelli.

Non va poi dimenticata la particolarità della possibilità per i cacciatori di cacciare nei terreni privati, anche contro la volontà dei proprietari o conduttori, arrecando loro disturbo e provocando danni e pericoli.

C’è infine l’aspetto etico, non secondario: l’abbattimento di animali liberi, innocui, spesso uccelli migratori che affrontano l’avventura dei grandi viaggi e devono fra fronte alle già tante difficoltà ambientali come la carenza di habitat, le disconnessioni ecologiche, le barriere di ogni tipo, il bracconaggio.

Perse le funzioni di sussistenza avute in passato, la caccia è oggi legata a una dimensione di hobby e pesante consumismo, che fa molto male alla natura.

“Abbandonate il fucile e prendete il binocolo”, è il messaggio della Lipu ai cacciatori. Meglio il birdwatching! Meglio un taccuino, una macchina fotografica, l’osservazione rispettosa degli uccelli e degli altri animali.

Godiamoci la natura e rispettiamone la vita e la libertà.

 

Da oltre 50 anni curiamo gli animali, proteggiamo gli habitat, combattiamo il bracconaggio e parliamo di natura ai ragazzi. Puoi farlo anche tu. Se non sei ancora socio, puoi iscriverti alla Lipu per un anno. Entra nella nostra grande famiglia!

I TUOI DATI
SCEGLI LA TUA QUOTA ASSOCIATIVA

Indica la quota associativa (nel campo "Di che specie sei") e la modalità iscrizione alla Lipu. Se sei della specie "famiglia" scrivi nel campo note il nome e cognome dei componenti della tua famiglia.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Acconsenti all'uso dei cookie Chiudendo questo banner.
Per saperne di più è possibile consultare l'informativa sulla Privacy di Lipu.