Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

Oasi Bianello

Oasi Bianello Codibugnolo(foto: L.Sebastiani www.birds.it)
Etichettato sotto
Località Quattro Castella (RE). L'Oasi è situata interamente all'interno del territorio comunale di Quattro Castella, alla base del piccolo e caratteristico borgo di Monticelli, dove è situato il Centro visite dell'Oasi.
Apertura al pubblico Da marzo ad ottobre nei giorni di giovedì, venerdì, sabato e domenica (con orario 9-18); da novembre a febbraio nei giorni di sabato e domenica (con orario 9-18). Le isite guidate per gruppi o scolaresche devono essere prenotate al Centro visite.
Come arrivare L'Oasi è interamente situata all'interno del territorio comunale di Quattro Castella, alla base del piccolo e caratteristico borgo di Monticelli, dove è situato il Centro visite dell'Oasi. Dalla città di Reggio Emilia prendere la strada statale n. 63 e dopo l'abitato di Rivalta imboccare la strada a destra per Quattro Castella, quindi seguire le indicazioni Oasi Bianello. Parcheggiare nel piccolo borgo di Monticelli o nelle immediate vicinanze lungo la strada comunale.
Altre informazioni 160 ettari
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Telefono 0522 887904
Responsabile Luca Artoni

L'Oasi Bianello si trova immediatamente alle spalle di Quattro Castella ed è uno splendido esempio di ambiente del basso Appennino emiliano, con quote attorno ai 300 metri: boschi, piccole praterie, macchie e coltivi, in provincia di Reggio Emilia.

L'Oasi di protezione faunistica "Bianello" è stata istituita nel 1981 dalla Provincia di Reggio Emilia e data in gestione alla Lipu nel 1993 attraverso un'apposita convenzione con il Comune di Quattro Castella e la Provincia Reggio Emilia

Habitat

I boschi dell'appennino reggiano ospitano diversi tipi di latifoglie, le querce si mescolano a carpini, ornielli e aceri, su un ricco sottobosco arbustivo di cornioli, ligustri e noccioli. L'insieme dei differenti ambienti crea condizioni di vita ottimali per gli uccelli, qui presenti con oltre 130 specie tra sedentarie, svernanti e migratrici. Tra i rapaci, oltre ai più comuni Poiana e Gheppio, spicca lo Sparviere, simbolo dell'Oasi, con le sue spettacolari acrobazie nuziali e il suo rapido zigzagare tra il folto degli alberi a caccia di qualche Ghiandaia.

Calanchi e Castello (foto: Luca Artoni)Calanchi e Castello (foto: Luca Artoni)

La fine dell'inverno è poi il momento ideale per riconoscere i suoni dei rapaci notturni: Barbagianni, Allocco, Civetta e Gufo comune emettono i loro inconfondibili richiami per manifestare la loro presenza e delimitare i propri territori dove, tra poche settimane, inizieranno l'allevamento dei pulcini. Anche al visitatore meno attento capiterà di imbattersi, lungo il Sentiero natura, in un chiassoso gruppo di piccoli uccelli colorati: i principali protagonisti di tanto rumore e tanta agitazione sono Cinciallegra, Cinciarella, Cincia mora e Cincia bigia, Codibugnolo e Fiorrancino.

Servizi e strutture

Sostieni questo paradiso di biodiversità, aiuta le Oasi LipuCon una donazione puoi permettere ad Oasi e Riserve di sopravvivere e agli animali di rimanere liberi e protetti nei loro preziosi habitat naturali.

AIUTA L'OASIcon una piccola donazione

L'Oasi Bianello è fornita di Centro visite con sala proiezioni, materiale informativo e servizi, due Sentieri natura con pannelli didattici e un Responsabile, con funzioni di gestione dell'ambiente, accoglienza e accompagnamento dei visitatori, ricerca e monitoraggio. Per visitare l'Oasi si possono percorrere due sentieri. Il primo, attraverso il bosco di querce, permette di arrivare al Castello di Bianello (aperto al pubblico) mentre il secondo, partendo dal Centro visite, conduce al colle Zagno e al colle Lucio. Nel corso dell'anno si organizzano diversi Eventi natura: liberazione di rapaci, osservazioni di fossili marini, pulizia e installazione di cassette nido, inanellamento a scopo scientifico, campi di studio e lavoro, uscite notturne e alla prime luci del mattino per ascoltare i canti degli uccelli. A ridosso dell'Oasi e nel vicino paesino di Monticelli è possibile trovare tranquilli spazi dove parcheggiare il camper e pernottare.

Da visitare in zona

A circa quindici chilometri dall'Oasi si trova il piccolo paese di Canossa, con il bellissimo castello simbolo dell'epoca Matildica. Muovendo verso Sud, sempre lungo la strada statale n. 63 in direzione del Passo del Cerreto, si incontra il Parco regionale Appennino Reggiano con la caratteristica fauna e flora appenninica: sparvieri, aquile reali, caprioli e moltissime orchidee.

Da oltre 50 anni curiamo gli animali, proteggiamo gli habitat, combattiamo il bracconaggio e parliamo di natura ai ragazzi. Puoi farlo anche tu. Se non sei ancora socio, puoi iscriverti alla Lipu per un anno. Entra nella nostra grande famiglia!

I TUOI DATI
SCEGLI LA TUA QUOTA ASSOCIATIVA

Indica la quota associativa (nel campo "Di che specie sei") e la modalità iscrizione alla Lipu. Se sei della specie "famiglia" scrivi nel campo note il nome e cognome dei componenti della tua famiglia.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Acconsenti all'uso dei cookie Chiudendo questo banner.
Per saperne di più è possibile consultare l'informativa sulla Privacy di Lipu.