Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

Consumo suolo, rinviare la legge Lombardia

Consumo suolo, rinviare la legge Lombardia
Etichettato sotto

In Lombardia la nuova proposta di legge parla di ridurre il consumo di suolo. Ma in realtà sarà ancora una colata di cemento.

 

«Un progetto di legge che a dispetto delle intenzioni di facciata non ridurrà il consumo di suolo e non risparmierà ulteriori gravi danni a natura e biodiversità».
Lo dichiara Fulvio Mamone Capria, presidente Lipu, rivolgendosi all’Assemblea legislativa lombarda in occasione del presidio di stamattina a Milano cui hanno partecipato circa 200 tra volontari ed esponenti delle associazioni Lipu, Legambiente, Italia Nostra, Libera, Cia e Salviamo il paesaggio e inoltre di alcuni comitati locali. L’appello (pubblicato integralmente sul nostro sito) cui hanno aderito numerose organizzazioni ambientaliste, ordini professionali docenti di Università di tutta Italia, chiede alla politica di rinviare la votazione della proposta al fine di ponderare con attenzione gli effetti negativi che essa potrebbe dispiegare sul territorio e l’ambiente.


«Un testo che ci lascia sconcertati – prosegue Mamone Capria – per la palese contraddizione tra il titolo, che parla di “disposizioni per la riduzione del consumo di suolo e per la riqualificazione del suolo degradato” e il dispositivo della norma. In primo luogo quello dell’art. 5, che fa salve le nuove urbanizzazioni di suoli agricoli, pari a 55mila ettari, già previsti dai piani urbanistici vigenti».

“La proposta non pone rischi solo per il suolo agricolo, ma anche per gli habitat naturali dove vivono numerose specie animali e vegetali - aggiunge Massimo Soldarini della Lipu-BirdLife Italia, presente al presidio di stamattina con un nutrito gruppo di volontari Lipu – L’impermeabilizzazione, l’urbanizzazione e la realizzazione di infrastrutture non finirà che creare una profonda alterazione delle funzioni ecosistemiche e conseguente perdita di biodiversità e dei servizi che essa assicura alla comunità, tra cui aria e acqua pulita, lo stoccaggio del carbonio e la regimazione delle acqua piovane, garanzia contro i dissesti idrogeologici che stanno devastando la Lombardia e l’intero territorio italiano».

«Chiediamo dunque ai consiglieri lombardi – conclude il presidente Lipu Mamone Capria - di rinviare il voto e di rivalutare gli effetti nefasti che tale proposta può provocare su un territorio già così alterato e su una biodiversità in forte sofferenza a causa della crescente urbanizzazione, delle attività industriali e delle infrastrutture presenti nel territorio”.


 

Marted├Č, 18 Novembre 2014 16:12

Da oltre 50 anni curiamo gli animali, proteggiamo gli habitat, combattiamo il bracconaggio e parliamo di natura ai ragazzi. Puoi farlo anche tu.

Se non sei ancora socio puoi iscriverti alla Lipu per un anno, farai parte della nostra grande famiglia e riceverai ogni tre mesi un numero di Ali, la nostra rivista!

 

 

Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni