Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

1967, nessuna regola

1967, nessuna regola La tradizionale benedizione dei fucili all'apertura della caccia
Etichettato sotto

Alla fine degli anni Sessanta la caccia in Italia è ancora un pratica di massa, uno “sport” crudele che si gioca senza nessuna regola.

Si caccia tutto l'anno e si può uccidere qualsiasi animale, anche le aquile e gli altri rapaci, considerati “specie nocive”. In questo periodo nel nostro paese vengono abbattuti oltre 150 milioni di uccelli all'anno. La Lipu è appena nata e comincia da subito la sua lotta a colpi di azioni politiche, campagne di sensibilizzazione, articoli sui giornali, lettere al Parlamento, convegni e documentari.

E nell'estate del 1967 arriva il primo grande risultato, viene approvata la legge 799 che abolisce le orribili cacce primaverili. Quella contro la caccia è una battaglia ancora aperta, ci attendono nuove sfide e traguardi da conquistare. Aiutaci a combattere i danni della caccia e la violenza del bracconaggio

Giovedì, 01 Maggio 2014 00:00

Da oltre 50 anni curiamo gli animali, proteggiamo gli habitat, combattiamo il bracconaggio e parliamo di natura ai ragazzi. Puoi farlo anche tu. Se non sei ancora socio, puoi iscriverti alla Lipu per un anno oppure puoi rinnovare la tua quota associativa, e farai parte della nostra grande famiglia!

I TUOI DATI
SCEGLI LA TUA QUOTA ASSOCIATIVA

Indica la quota associativa (nel campo "Di che specie sei") e la modalità iscrizione alla Lipu. Se sei della specie "famiglia" scrivi nel campo note il nome e cognome dei componenti della tua famiglia.



Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni