Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

Cancellate questa vergogna

Cancellate questa vergogna
Etichettato sotto

Domani sarà un'occasione storica per decidere la sorte dei richiami vivi. La Lipu fa un appello ai senatori: "cancellate questa vergogna".

 

“I senatori possono oggi passare alla storia con un voto per l’Europa, il diritto alla migrazione, il rispetto degli animali. Non perdano questa straordinaria occasione”.

Lo dichiara Fulvio Mamone Capria, presidente Lipu-BirdLife Italia - alla vigilia del voto al Senato, nelle Commissioni congiunte Ambiente e Industria, sulla conversione del Decreto n. 91 sulla Pubblica amministrazione, che contiene un articolo relativo ai richiami vivi.

“E’ bene ricordarlo: i richiami vivi sono piccoli uccelli migratori la cui esistenza di natura, viaggio e libertà viene bruscamente interrotta da una rete che li cattura e da una gabbia di pochi centimetri che li tiene prigionieri per tutta la vita. Un abominio, contro natura e contro le regole del buon senso, che ha spinto 50mila italiani a firmare in poche settimane la petizione della Lipu e successivamente centinaia di migliaia di persone ad aderire alla richiesta di abolizione.

“Va inoltre sottolineato che la cattura dei piccoli uccelli è una pratica vietata dalla direttiva Comunitaria, ma che l’Italia ha continuato a svolgere per anni, catturando ufficialmente oltre 1 milione di merli, allodole, tordi, fino a quando l’Europa è intervenuta a chiedere un cambio di rotta.

“Il Governo, con la legge Europea votata alla Camera, aveva approvato un testo che però la Commissione europea aveva già visionato e bocciato, aprendo anzi contro l’Italia la procedura di infrazione 2006/2014. Il Decreto 91, domani in votazione in Commissione al Senato, corregge in parte l’errore di quella legge, ma è ancora insufficiente, perché, pur vietando le catture, ritiene ancora ammissibile l’uso dei richiami vivi da allevamento e lascia aperte le possibilità di nuove catture in deroga.

“Per questo abbiamo chiesto ai senatori di emendare il testo, con una proposta che abolisca del tutto la pratica e finalmente metta al riparo l’Italia da infrazioni, sanzioni e da non improbabili atti di bracconaggio.

“Domani c’è una grande chance, per l’Italia, di fare un passo avanti storico sulla strada della civiltà. I nostri senatori non perdano questa chance. Si iscrivano nel libro della storia dal lato buono della pagina: quello di chi ripudia la violenza sugli animali selvatici e rispetta la natura”.
 

Marted├Č, 15 Luglio 2014 17:02

Da oltre 50 anni curiamo gli animali, proteggiamo gli habitat, combattiamo il bracconaggio e parliamo di natura ai ragazzi. Puoi farlo anche tu.

Se non sei ancora socio puoi iscriverti alla Lipu per un anno, farai parte della nostra grande famiglia e riceverai ogni tre mesi un numero di Ali, la nostra rivista!

 

 

Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni