Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

Caccia, Tar Toscana la vieta per moriglione e pavoncella

Pavoncella, Luigi Sebastiani Pavoncella, Luigi Sebastiani
Etichettato sotto

Con l'ordinanza di ieri, 5 novembre, il Tar Toscana ha quasi interamente accolto il ricorso della associazioni Enpa, Lac, Lav, Lipu e Wwf Italia contro il calendario venatorio della Regione Toscana, sospendendone l'efficacia in varie parti.

Anzitutto, il Tar vieta la caccia al moriglione e alla pavoncella, due specie a stato di conservazione cattivo per le quali la richiesta di sospensione del prelievo venatorio, ignorata dalla Regione, era giunta, oltre che dalle associazioni ambientaliste, dal Ministero dell'Ambiente e persino dalla Commissione europea. Ciò, in seguito all'inserimento di queste due specie negli allegati dell'Aewa, l'Accordo internazionale per gli uccelli delle zone umide, e alla relativa necessità di protezione.

Il Tar ha inoltre ordinato la chiusura anticipata della caccia per le specie per le quali il calendario venatorio toscano ha previsto la preapertura (indicare le specie), così da rispettare l'arco temporale massimo previsto dalla legge nazionale 157/92.

"E' un pronunciamento importante - dichiarano Enpa, Lac, Lav, Lipu e Wwf Italia - che da una parte conferma quanto ormai consolidato circa la necessità di rispettare l'arco temporale massimo per la stagione venatoria, preapertura inclusa, e dall'altro rafforza le decisioni degli altri tribunali regionali di proteggere le specie in cattivo stato di conservazione sospendendone la cacciabilità. Sta accadendo in quasi tutte le regioni per il moriglione e la pavoncella ma dovrà accadere anche per le altre specie in sofferenza, a cominciare da allodola, tortora selvatica, tordo sassello, coturnice e pernice bianca. "Questa nuova sconfitta della Regione Toscana - aggiungono le associazioni - deve finalmente spingere al cambio di registro un'amministrazione la cui costante tendenza filovenatoria è in netto contrasto con il dovere prioritario, nonché il vincolo normativo, di tutelare davvero la natura e fare tutto il necessario perché non ne venga compromessa la conservazione. Lo dice la legge italiana, lo dice la Direttiva Uccelli, lo dicono le convenzioni internazionali: la protezione viene per prima. Non è più possibile ignorarlo, né per la Toscana né per chiunque".

 

Mercoledì, 06 Novembre 2019 11:13

Da oltre 50 anni curiamo gli animali, proteggiamo gli habitat, combattiamo il bracconaggio e parliamo di natura ai ragazzi. Puoi farlo anche tu. Se non sei ancora socio, puoi iscriverti alla Lipu per un anno oppure puoi rinnovare la tua quota associativa, e farai parte della nostra grande famiglia!

I TUOI DATI
SCEGLI LA TUA QUOTA ASSOCIATIVA

Indica la quota associativa (nel campo "Di che specie sei") e la modalità iscrizione alla Lipu. Se sei della specie "famiglia" scrivi nel campo note il nome e cognome dei componenti della tua famiglia.



Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni