Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

Campo Sardegna, 3mila trappole sequestrate, due denunciati

Campo Sardegna, 3mila trappole sequestrate, due denunciati
Etichettato sotto

Due giorni di appostamenti sotto la fitta pioggia delle montagne del Sulcis. Gli agenti del Corpo forestale Vigilanza Ambientale della Regione Sardegna e cinque volontari della Lipu, muniti di nomina ad ausiliari di polizia giudiziaria, colgono in flagrante due giovani bracconieri intenti a raccogliere il frutto del loro “lavoro”.

Recuperare piccoli uccelli migratori come pettirossi, tordi o merli, uccisi da trappole e reti illegali che poco prima avevano innescato. Scatta la denuncia per maltrattamento sugli animali: si tratta di giovani rampolli appartenenti a storiche famiglie locali dedite all’uccellagione. Nelle perquisizioni domiciliari sequestrate centinaia di trappole e reti illegali, pronte per essere innescate e uccidere.

E’ la notizia di punta dell’ultimo campo antibracconaggio organizzato in febbraio in Sardegna dalla Lipu nelle regioni del Sulcis e del Sarrabus. Nel complesso, sono state sequestrate o rimosse 3mila tra trappole, cavetti per ungulati, metà delle quali direttamente sui sentieri dell’uccellagione e l’altra metà nelle abitazioni dei bracconieri.

Il campo si è avvalso, per la durata di una settimana, dell’apporto prezioso dei giovani volontari del progetto Life Choona, che la Lipu ha avviato a dicembre scorso (col finanziamento del programma Life dell’Unione europea e il sostegno di Fondazione Cariplo) con lo scopo di offrire ai giovani opportunità di volontariato nel proprio paese o all’estero. I giovani, del gruppo “Migratori di Sardegna”, si sono dedicati alla perlustrazione di sentieri, al monitoraggio con l’ausilio di droni e all’educazione ambientale nei confronti del pubblico. Altro contributo importante è venuto dai giovani della classe prima del liceo di Assemini, che, con l’aiuto dei volontari della Lipu e delle forze dell’ordine, hanno aiutato nella rimozione delle trappole dai sentieri. Nel corso delle operazioni del campo sono stati rinvenuti un cervo deceduto e numerosi esemplari di uccelli morti, ma c’è stato spazio per momenti di gioia come la liberazione di quattro pettirossi, un frosone e un tordo. “Desideriamo ringraziare tutte le forze dell’Ordine, in particolare il Corpo forestale Vigilanza ambientale della Regione Sardegna e i Carabinieri forestali che si sono impegnati con passione nel prevenire e reprimere i reati – dichiara Fulvio Mamone Capria, presidente della Lipu-BirdLife ItaliaLa sinergia e gli scambi di informazioni tra la Lipu e le forze dell’ordine è fondamentale per il contrasto del bracconaggio ed è questa la strada, oltre a quella non meno preziosa dell’educazione al rispetto della natura, che intendiamo proseguire anche per il futuro”.

 Video e foto del campo scaricabili cliccando QUI

Martedì, 27 Febbraio 2018 10:35

Da oltre 50 anni curiamo gli animali, proteggiamo gli habitat, combattiamo il bracconaggio e parliamo di natura ai ragazzi. Puoi farlo anche tu. Se non sei ancora socio, puoi iscriverti alla Lipu per un anno. Entra nella nostra grande famiglia!

I TUOI DATI
SCEGLI LA TUA QUOTA ASSOCIATIVA

Indica la quota associativa (nel campo "Di che specie sei") e la modalità iscrizione alla Lipu. Se sei della specie "famiglia" scrivi nel campo note il nome e cognome dei componenti della tua famiglia.