Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

Un Life per la biodiversità lombarda

Un Life per la biodiversità lombarda Un momento della conferenza stampa di ieri a Trezzo sull'Adda

Sono oltre 17 i milioni di euro, di cui 10 milioni di finanziamento da parte della Commissione Europea, per supportare LIFE GESTIRE2020, progetto innovativo che ha l’ambizione di raggiungere gli obiettivi di conservazione, tutela e valorizzazione della biodiversità previsti dalle Direttive Comunitarie Habitat e Uccelli. 

La Lombardia è l'unica Regione in Italia ad aver portato a casa un risultato così importante. Oltre ai fondi messi a disposizione direttamente dall’Europa per il progetto, sarà possibile negli otto anni di lavoro mobilitare ulteriori risorse europee, regionali e privati (fondi complementari) per un importo complessivo di circa 90 milioni di euro, al fine di implementare la gestione del patrimonio naturalistico lombardo.
Il progetto, coordinato da Regione Lombardia, può contare sulla partecipazione diretta di ERSAF, Corpo Forestale dello Stato, WWF Italia, LIPU, Fondazione Lombardia per l’Ambiente e Comunità ambiente, impegnati nella azioni di tutela di habitat e di specie, nel miglioramento delle azioni di controllo, sorveglianza e sensibilizzazione. E’ cofinanziato, oltre che dalla Commissione Europea, anche da Fondazione Cariplo.

"Investimenti diretti dei fondi LIFE europei, integrazione con altre risorse finanziarie e vision di lungo periodo: è questo il punto di forza di LIFE GESTIRE2020, uno straordinario risultato per Regione Lombardia e una sfida per i prossimi otto anni” , commenta Claudia Terzi, Assessore all’Ambiente di Regione Lombardia nel giorno della presentazione del progetto all'international park festival in corso a Trezzo sull'Adda. – “E’ questa la vera novità dei progetti LIFE “integrati” sui quali la Commissione Europea pone particolare attenzione per ottimizzare le sinergie e la complementarietà dei diversi fondi” – prosegue l’assessore – “a fronte di una crescente scarsità di risorse da investire per la tutela dell’ambiente, Regione Lombardia si pone all’avanguardia nell’utilizzo delle opportunità finanziarie europee, in particolare dei finanziamenti LIFE. Un importante riconoscimento quindi, anche perché sono solo 6 i progetti integrati finanziati in Europa, e in Italia il progetto lombardo è l’unico”.

Tra i partner del progetto Life Gestire 2020 anche la LIPU. "si tratta di una grande opportunità per un salto di qualità di Natura 2000 in Lombardia – dichiara Claudio Celada, Direttore Dipartimento di Conservazione della natura Lipu-BirdLife Italia -. Il rafforzamento della governance per la gestione dei siti, la sensibilizzazione dei cittadini rispetto all’importanza delle nostre aree naturali più preziose e l’implementazione di significative azioni di conservazione sul territorio sono tutti aspetti di importanza fondamentale. Investire sul miglioramento dell’habitat per gli aironi, sugli uccelli dei greti fluviali, come sterne e fraticelli, sulla difesa delle nostre zone umide prealpine o per mitigare l’impatto delle linee elettriche e dei cavi sospesi sull’avifauna – prosegue Celada - significa tornare ad investire per preservare il nostro capitale naturale del quale la biodiversità è parte essenziale. Per questo la Lipu – conclude - ha deciso di impegnarsi su questo progetto che può assumere un ruolo di volano per la conservazione della natura nel nostro Paese”.

Per Oliviero Spinelli di Comunità Ambiente "tra le diverse sfide di questo programma strategico, due sono di particolare importanza: il contributo del progetto alla realizzazione delle priorità stabilite dalla Regione Lombardia e una costante verifica dell’efficacia del progetto nell’attuarne le misure e nel perseguirne gli obiettivi strategici. La responsabilità di queste due azioni è di Comunità Ambiente, una società che da oltre vent’anni lavora per progetti di rafforzamento della rete Natura 2000 in Italia e in Europa".

ERSAF, l’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste, "si butta volentieri a capofitto in questa nuova sfida forte dell’esperienza maturata negli anni in progetti LIFE di conservazione e gestione di Natura 2000 – ricorda Elisabetta Parravicini, presidente dell’ente - Oggi siamo a fianco di Regione Lombardia e degli altri partner nello sviluppo di LIFE GESTIRE2020, coordinando le azioni di tutela di habitat e di specie. Il nostro valore aggiunto sta nel mettere a disposizione le best practices sperimentate nelll foreste e nei prato-pascoli del demanio forestale regionale; la professionalità del Centro Vivaistico Forestale Regionale di Curno per assicurare la diversità genetica e la sua conservazione nella produzione delle specie forestali; la competenza del Servizio Fitosanitario Regionale nel contenimento delle specie alloctone”.

La tutela della biodiversità è un tema che "sta molto a cuore alla Fondazione Cariplo” dice Sonia Cantoni, Consigliere delegato alle tematiche ambientali della Fondazione. “Lo dimostrano le strategie finalizzate alla protezione del capitale naturale e allo sviluppo delle connessioni ecologiche che dal 2007 hanno caratterizzato le scelte - a volte pionieristiche - di Fondazione Cariplo. Viviamo in un contesto sempre più esposto a rischi di natura ambientale, economica e sociale e dobbiamo poter garantire il mantenimento di quei Servizi fondamentali al benessere delle future generazioni. Il progetto LIFE GESTIRE2020 è un esempio importante di come la collaborazione a diversi livelli istituzionali e tra diversi enti sia condizione possibile e necessaria per attuare obiettivi di sviluppo sostenibile".

Per Matteo Fumagalli, presidente di Fla, "fin dall’inizio delle sue attività, Fondazione Lombardia per l’Ambiente ha inteso perseguire obiettivi di conservazione della natura, in particolare attraverso l’attuazione di Rete Natura 2000, focalizzando le attività di ricerca sulla tutela e la valorizzazione dei sistemi naturali del territorio lombardo. Ancora una volta la FLA ha collaborato a stretto contatto con Regione Lombardia e tutti i partner realizzando un progetto, concreto e costruttivo, il miglioramento dello stato di conservazione di habitat e specie di interesse comunitario presenti nell’area lombarda, che sappiamo essere fortemente urbanizzata, diffondendo la cultura del rispetto ambientale, una delle nostre principali missioni".
Anche il Corpo forestale dello Stato della Lombardia svolgerà un ruolo da protagonista in questo Progetto life che è "pienamente coerente rispetto alla sua mission istituzionale. Infatti esso già svolge funzioni di salvaguardia della biodiversità, sorveglianza nelle aree protette e formazione ed educazione ambientale, che nell’ambito del progetto saranno intensificate ed orientate in modo specifico nelle aree di rete natura 2000 presenti in Lombardia. Inoltre il Corpo, essendo specializzato nella tutela ambientale, potrà mettere a disposizione del Progetto il suo prezioso know how e garantire, con la sua organizzazione capillare e la vocazione alla prossimità, un monitoraggio puntuale e costante del territorio con la possibilità di esportare il modello lombardo in ambito nazionale", spiega il suo comandate regionale Simonetta De Guz.

Qualche numero:
Natura 2000 in Lombardia: 242 siti Rete Natura 2000, 57 habitat di interesse comunitario- di cui 16 prioritari- 71 specie animali e vegetali dell’allegato II della Direttiva “Habitat” e 84 specie di uccelli della Direttiva “Uccelli”. Il LIFE propone azioni concrete per assicurarne la tutela, coinvolgendo tutti gli attori capaci di contribuire alla salvaguardia di questo prezioso patrimonio.
Le risorse saranno investite sul territorio regionale e destinate anche agli enti gestori dei siti Rete Natura 2000. Un’occasione che favorirà la creazione di posti di lavoro “green” e una maggiore cultura della biodiversità.(Comunicato stampa del 20 maggio 2016).

(La centrale Taccani a Trezzo sull'Adda)

 

SCHEDA DESCRITTIVA DEL PROGETTO LIFE GESTIRE 2020

Il 1° gennaio 2016 ha preso avvio il progetto integrato 'LIFE Gestire 2020', un progetto LIFE integrato, di lunga durata, ambizioso e innovativo. Il nuovo LIFE dà attuazione concreta alla strategia integrata di gestione per l’intera Rete Natura 2000 di Regione Lombardia e scaturisce anche dal prezioso lavoro preparatorio di LIFE Gestire. Il progetto ha come capofila Regione Lombardia e coinvolge, in qualità di partner, Ersaf, Corpo Forestale dello Stato, Fla, Lipu, Wwf e Comunità Ambiente Srl, mentre Fondazione Cariplo cofinanzia il progetto. Nel corso del progetto verranno coinvolti anche gli enti gestori di Rete Natura 2000, che parteciperanno direttamente alla condivisione e attuazione della strategia di progetto. Gestire 2020 intende garantire il raggiungimento degli obiettivi di conservazione della biodiversità di cui alle Direttive Habitat e Uccelli, sulla base dei contenuti del Prioritised Action Framework (PAF) regionale, contribuendo così in modo sostanziale a migliorare la capacità di gestione della RN2000.
Questa finalità generale verrà raggiunta perseguendo i seguenti obiettivi specifici:
- migliorare la governance e i modelli gestionali della rete Natura 2000 per il raggiungimento di obiettivi di policy multipli, attraverso l’incremento della capacity building dei molteplici soggetti coinvolti nella gestione di RN2000 in Regione Lombardia
- mantenere e migliorare lo stato di conservazione di habitat e specie
- incrementare la consapevolezza e l’informazione sul valore/potenziale delle aree Natura 2000
- monitorare l’efficacia del progetto nel perseguire gli obiettivi del PAF.
Per Regione Lombardia è un progetto strategico, che consentirà l'investimento di nuove e rilevanti risorse (17.345.496 euro, di cui 10.004.210 provenienti da fondi dell’Unione Europea) per la valorizzazione di Rete Natura 2000 e della biodiversità in Lombardia. La novità di GESTIRE2020, oltre alla disponibilità finanziaria e alla durata (8 anni) è l’integrazione dei fondi e delle politiche regionali che consenta di attuare una strategia per il futuro della biodiversità lombarda. Il progetto integrato individua fondi complementari con cui sarà possibile finanziare alcune azioni per la valorizzazione della biodiversità, come ad esempio diverse misure agroambientali (e non) del Piano di sviluppo rurale, i fondi Fse come strumento per una nuova formazione sulle tematiche di Natura2000, il fondo aree verdi e i bandi di Fondazione Cariplo, che nei prossimi anni saranno strettamente connessi alla strategia di GESTIRE2020.
Diverse le linee d’azione del progetto: dal miglioramento delle conoscenze e capacità di gestione dei siti RN2000, all’attuazione di progetti concreti per il miglioramento dello stato di conservazione di habitat e specie, come ad esempio il ripristino delle torbiere o di pozze per anfibi in montagna, l’attuazione di interventi di connessione ecologica, interventi mirati alla conservazione di habitat necessari alla sopravvivenza degli uccelli delle aree umide, azioni per il contrasto alle specie alloctone, la sorveglianza mirata dei siti e il miglioramento delle procedure di valutazione d’incidenza.
 

Sabato, 21 Maggio 2016 10:18

Abbiamo salvato le Direttive Natura. Per festeggiare questo risultato con tutti coloro che hanno a cuore l'ambiente e gli animali, la Lipu ha pensato a una quota di iscrizione speciale: 10€ per 6 mesi da Socio Lipu. Continuiamo a difendere la natura insieme!

I TUOI DATI
SCEGLI LA TUA QUOTA ASSOCIATIVA

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Acconsenti all'uso dei cookie Chiudendo questo banner.
Per saperne di più è possibile consultare l'informativa sulla Privacy di Lipu.