Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

Pulli e pulcini, che meraviglia!

Pulli e pulcini, che meraviglia! Svasso Maggiore
Etichettato sotto

I piccoli degli uccelli suscitano tenerezza e meraviglia.

Come ogni genitore sa, i nuovi nati sono molto diversi dagli adulti (nei comportamenti e nell’aspetto, persino nelle cose che mangiano), per questo chi ama gli animali non può che appassionarsi scoprendo queste curiosità sui piccoli delle diverse specie.

Le uova sono tante milioni di milioni

Tutto comincia dall’uovo, ma non tutte le uova sono uguali, anzi ne esistono migliaia di tipi diversi in base alle specie. Ellittiche, ovali, appuntite e a forma di pera come nel caso dell’uria (Uria aalge) ma anche coloratissime per mimetizzarsi in base all’ambiente. In alcuni casi si tratta di veri capolavori come per l’uccello sarto (Orthotomus sutorius) che nella stessa covata depone uova bianche, verdi, rosa macchiettate di rosso chiaro e punteggiate di violetto e nero, uova di colore verdastro tendente al blu.

La stagione dei nidi e la schiusa delle uova è un momento molto importante per i neo genitori che hanno la responsabilità di una nuova “casa” da costruire e difendere, e nuove vite da accudire. Ma naturalmente è anche un momento delicatissimo per i piccoli impegnati a imparare tutto il possibile sul mondo che li circonda.

Si dice pullo o pulcino?

A volte quando si parla di piccoli di uccelli sentiamo parlare di "pulli", altre volte di “pulcini”: qual è la differenza sostanziale? Semplice: si preferisce usare il termine pulcini quando questi nascono già abili a muoversi e nutrirsi autonomamente, mentre per pulli ci si riferisce invece alla “prole inetta”, ovvero a quei nidiacei che hanno bisogno di cure da parte dei genitori per diversi giorni prima di involarsi.

Non tutti gli uccelli nascono con le piume

Le piume sono di vitale importanza per gli uccelli, ma molti nascono quasi privi di piumaggio: niente paura, le piume crescono rapidamente dopo la schiusa ma, almeno nella fase iniziale, questi piccoli richiedono più cure parentali.

Altri uccelli, come il germano reale (Anas platyrhynchos) o la gallinella d’acqua (Gallinula chloropus), nascono già con morbide piume pettinate verso il basso, utili per stare al caldo e prive dei colori che caratterizzano l’età adulta, in modo da rendere più facile la mimetizzazione dai predatori: è per questo che alcuni pulcini possono lasciare il nido già poche ore dopo la schiusa.

Nelle specie dimorfe, invece, molti uccelli appena nati sembrano tutti di genere femminile, indipendentemente dal sesso. I piccoli possono sembrare molto diversi dai loro genitori, non solo per quanto riguarda l’aspetto esteriore, ma anche nel canto che nei primi é solo “approcciato”. Le specie di uccelli canori dotati di un timbro fonetico brillante hanno spesso prole dal timbro inizialmente monotono.

 

Condividono lo stesso nido ma non sono fratelli

Può succedere: alcuni uccelli, come il cuculo (Cuculus canorus), non costruiscono nidi ma depongono le uova nei nidi di altre specie. I giovani cuculi vengono allevati da questi “genitori adottivi” e, nella maggior parte dei casi, sono nettamente più grandi dei pulli naturali della coppia adottiva. Spesso il cuculo arriva ad eliminare gli altri piccoli buttandoli fuori dal nido e divenendo quindi il solo “super pullo” della coppia adottiva.

Un cibo speciale per i nuovi nati

Ti appassionano i comporatamenti degli uccelli? Puoi iscriverti alla Lipu con una quota speciale e ricevere il prezioso volume “Guida al Birdwatching”, un manuale fotografico per imparare a riconoscere oltre 400 specie di uccelli.

DIVENTA SOCIO LIPU CON LA QUOTA SPECIALE DI ISCRIZIONE+GUIDA AL BIRDWATCHING

Come gli esseri umani, anche i piccoli uccelli hanno bisogno di cibo speciale che garantisca loro una corretta alimentazione per una crescita sana. Il compito dei genitori è difficile e impegnativo: fornire proteine ​​extra con insetti, pesce o carne, a seconda della specie. Alcune specie di uccelli come ad esempio fenicotteri e piccioni, producono, come i mammiferi, un latte speciale adatto a nutrire i piccoli. Altri, come i limicoli, insegnano ai piccoli a procurarsi il nutrimento appena nati, lasciandoli sperimentare la vasta gamma di possibilità di procurarsi del cibo, semplicemente camminando tra l’erba.

Sei giovane! è ora di abbandonare il nido

A differenza di molti esseri umani, i piccoli lasciano il nido prima di aver raggiunto l’età adulta. I genitori, infatti, spingono spesso i piccoli fuori dal nido prima che siano perfettamente in grado di volare, per evitare che crescano senza avere le capacità di sopravvivenza necessarie. Nel nido non c'è spazio per allungare e rafforzare le ali: per farlo i piccoli, devono lasciare il nido e imparare a conoscere il territorio circostante e quindi imparare a conoscere l’ambiente in cui sono nati prima di essere completamente cresciuti. Ma, non sono lasciati allo sbaraglio! I genitori, per diversi giorno dopo l’involo rimangono sempre nelle vicinanze per prendersi cura di loro.

Molti piccoli migrano soli

La migrazione è ovviamente una fase molto pericolosa. La mortalità è però alta tra i piccoli uccelli, e diversamente dai genitori umani, i volatili fanno tutto il possibile per proteggere la loro prole, ma devono pensare anche alla propria sopravvivenza; in alcuni casi uova e pulcini possono essere abbandonati. Molti giovani uccelli (soprattutto fra le specie canore) non hanno mai migrato: riescono, tuttavia, a raggiungere con successo i luoghi di svernamento in Africa, già durante la loro prima migrazione in autunno, facendo affidamento sul proprio istinto invece che della guida dei genitori.

Rispettare gli uccelli è importante

La nidificazione è una fase molto delicata nella vita degli uccelli, per questo ogni bravo birdwatcher sa che non deve rischiare di disturbare le singole nidiate durante questa delicata e fragile fase del ciclo riproduttivo. Gli uccelli sono esseri viventi preziosi che si meritano rispetto e protezione. Per tutti gli appassionati di abitudini, colori e comportamenti degli uccelli la Lipu ha pensato a una quota d’iscrizione speciale.

Oltre alla tessera socio e alla rivista trimestrale Ali comprende la Guida al Birdwatching di Detlef Singer: un volume di 430 pagine, con 1.400 fotografie a colori e 400 mappe per imparare a riconoscere in modo facile oltre 400 specie di uccelli in Europa. 

 

 
 
  • Regala l'iscrizione a chi ami
  • Fai una sorpresa davvero speciale a qualcuno che come te ama la bellezza delle piccole cose. Regala l'iscrizione alla Lipu.
  • Call to action 2 Immagine

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Acconsenti all'uso dei cookie Chiudendo questo banner.
Per saperne di più è possibile consultare l'informativa sulla Privacy di Lipu.