Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

Quanto sono intelligenti gli uccelli?

Corvo imperiale Corvo imperiale
Etichettato sotto

Dalle cince che sanno riconoscere il latte scremato ai piccioni con il gusto dell’arte: gli uccelli dimostrano capacità di apprendimento e attenzione molto sviluppate. Viaggio sorprendente nell’intelligenza delle specie alate, arrivando a sfatare il mito del “cervello di gallina”.

Fin dai tempi di Omero, l’animale simbolo della dea della saggezza Atena è la civetta. I motivi per cui è divenuta emblema di intelligenza e sapienza sono svariati, da quelli più tecnici (la sua raffigurazione riconduce alla lettera greca Φ, legata all’intelletto e alla sezione aurea) a quelli più metaforici, dato che può vedere di notte e, dunque, oltre le tenebre dell’ignoranza. Ma come ben sanno i birdwatcher più appassionati, si può dire che tutti gli uccelli dimostrino capacità di attenzione, apprendimento e concentrazione sorprendenti e fuori dal comune.

Moneta d'argento 480-420 AC. Foto Marie-Lan Nguyen CC BY 2.5Moneta d'argento 480-420 AC. Foto Marie-Lan Nguyen CC BY 2.5Ovviamente è necessario allinearsi su un concetto più esteso di “intelligenza”. Anche se non arrivano a un livello di elaborazione intellettuale simile a quello degli uomini, molte specie di uccelli dimostrano un ampio numero di comportamenti intelligenti, che vanno da una buona memoria a un esteso e complesso sistema di comunicazione (attraverso il canto, ad esempio), ma anche capacità di pianificazione e risoluzione di problemi.

Tutto ciò a discapito dei luoghi comuni come il “cervello di gallina”. Anche se le dimensioni sono, in effetti, alquanto ridotte, è dimostrato che la conformazione cerebrale degli uccelli rispetta le stesse proporzioni rispetto al resto del corpo che si riscontrano nei primati; inoltre l’anatomia del loro sistema nervoso mostra una densità neuronale molto superiore a quella dei mammiferi.

Sarebbe altrimenti difficile spiegare come mai molte specie di uccelli dimostrino abilità estremamente complesse e strutturate, come la costruzione di nidi complicati, il riconoscimento degli stormi e delle direzioni migratorie, l’interazione con altri animali, oggetti di intrattenimento e perfino con chi li nutre con regolarità. C’è poi tutto il discorso emotivo, che comprende la dimostrazione di affetto durante i corteggiamenti o lo svezzamento nel nido.

Due verdoni (Carduelis chloris)Due verdoni (Carduelis chloris)

Dallo studio delle cornacchie della Nuova Caledonia, che risolvono problemi più in fretta di bambini sotto i 5 anni, alla ricerca giapponese secondo cui i piccioni, opportunamente stimolati, riescono a distinguere tra i quadri di Picasso e quelli di Monet, in tutto il mondo gli esperti arrivano dunque alla stessa conclusione: gli uccelli sono esseri altamente intelligenti. E questo vale anche per le specie più comuni, come quelle che vediamo nel giardino di casa nostra.

Le cince, ad esempio, di natura generalmente schiva, riescono a riconoscere e ricordare il momento in cui le mangiatoie messe a disposizione dall’uomo vengono riempite di cibo. Inoltre si dimostrano particolarmente esigenti in fatto di alimentazione: alcuni esemplari, che abitano vicino a zone in cui il latte è consegnato porta a porta, hanno imparato a distinguere in base a colore le confezioni di latte scremato da quelle di latte intero, andando a rifornirsi di preferenza da queste ultime, per via delle più alte proprietà nutritive.

I corvi, invece, universalmente riconosciuti come i più astuti fra gli uccelli, analizzano così a fondo l’ambiente circostante da aver capito che possono utilizzare le automobili come schiaccianoci. Ma poiché raccogliere sulla strada il frutto liberato dal guscio può essere pericoloso per via del traffico, hanno fatto un ulteriore passo avanti: lasciano cadere le noci in corrispondenza dei semafori, così da poter scendere a recuperare il cibo nel momento in cui scatta il rosso.

Quello che l’osservazione naturale ha spesso fatto intuire, insomma, è stato ampiamente dimostrato anche dall’etologia: gli uccelli sono intelligenti e vederli interagire con il loro ambiente naturale è una continua fonte di meraviglia. Nel giardino di casa o durante una passeggiata nei boschi, cogliere con il birdwatching questi loro piccoli, meravigliosi atteggiamenti sarà ancora più facile e sorprendente. E per chi non possiede ancora una guida la Lipu ha pensato ad una quota di iscrizione speciale. Puoi diventare Socio Lipu e avere la guida "Tutti gli uccelli d’Europa".

 

 
 
 
 
 
 
 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Acconsenti all'uso dei cookie Chiudendo questo banner.
Per saperne di più è possibile consultare l'informativa sulla Privacy di Lipu.