Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

Come osservare la nidificazione nel tuo birdgarden

Come osservare la nidificazione nel tuo birdgarden
Etichettato sotto

Nel Birdgarden non ci si annoia mai, in ogni stagione ed in ogni angolo si possono fare osservazioni interessanti.

Una semplice mangiatoia ti offre la rara opportunità di osservare da vicino gli uccelli difficili da vedere perché comunemente si trovano nei cespugli e negli alberi, negli strati più alti delle chiome, in continuo volo e movimento. Qui di seguito trovi alcuni suggerimenti per osservare la nidificazione degli uccelli nel tuo giardino.

Costruire un capanno per osservazione
E’ molto semplice, puoi utilizzare un ombrello di colori mimetici (verde, marrone) di grandi dimensioni fissato al terreno con un supporto (un bastone ad esempio). Tutt'intorno all'ombrello lascia cadere una rete mimetica (quelle da giardinaggio, si comprano nei negozi di fai da te o articoli per giardinaggio) così da non lasciar trasparire nulla. Lascia solamente una fessura per far uscire il binocolo o la macchina fotografica. Se invece possiedi un capanno fisso (una piccola costruzione mobile) posizionalo a ridosso di un tronco, una siepe o una roccia, sarà più facile abituare gli uccelli alla sua presenza e fotografarli nelle pose più disinvolte.

Balestruccio, illustrazione di Federico AppelBalestruccio, illustrazione di Federico Appel

Come seguire la nidificazione e cosa osservare
Con un binocolo al collo ed un nido in giardino, hai infinite possibilità di osservare e documentare fasi interessantissime della vita degli uccelli come la riproduzione e la nidificazione. Ad esempio:
1) in inverno gli adulti si danno un gran da fare ad ispezionare il nido;
2) in tardo inverno/primavera: il maschio si esibisce con canti e parate nei pressi del nido, si forma la coppia ed insieme ispeziona il nido
3) in primavera: i futuri genitori trasportano materiale per rivestire il nido, fanno i turni a covare le uova e a procurare il cibo al partner che è in cova, trasportano insetti nel becco per i piccoli, e la parte più affascinante: l'involo dei giovani.
Quindi dobbiamo osservare con attenzione i comportamenti per stabilire in che fase si trova la coppia. Importante, se durante l’osservazione si rinviene un piccolo caduto dal nido, lo si dovrà semplicemente rimettere in alto tra la vegetazione perché i genitori possano continuare così a rispondere alle richieste di cibo.

Le fasi più delicate sono quelle della scelta del nido e dell’incubazione, in questi momenti così delicati per la vita degli uccelli bisogna quindi evitare qualsiasi attività che possa disturbarli come per esempio evitare di alterare la vegetazione circostante (potature ad esempio). In caso contrario l’uccello potrebbe abbandonare il nido e la covata.

Se vuoi seguire la nidificazione molto da vicino, puoi installare nei pressi del nido una video-cam, in questo modo la tranquillità della coppia sarà assicurata e tu potrai goderti dal vivo lo spettacolo della natura. Teni presente anche che la fiducia nei confronti dell’uomo e la sensibilità al disturbo variano a seconda della specie e del comportamento individuale, ad esempio la cinciallegra è solitamente molto confidente, altre specie, al contrario, sono molto sensibili e potrebbero abbandonare la nidificazione.

Periodo e tecnica di rilevamento dati.
Il Birdgarden può diventare un luogo di studio e di raccolta dati utile per approfondire le conoscenze sugli uccelli. Ripetendo negli anni alcuni semplici rilievi di dati possiamo capire gli adattamenti degli animali rispetto a condizioni ambientali  ad esempio l’aumento o la diminuzione delle specie ospiti. E’ molto utile: - fare la mappa dei nidi e per ognuno aggiungere note significative sulle caratteristiche ambientali del luogo in cui è posizionato: esposizione, altezza, vegetazione circostante. - creare una scheda di rilevamento per riportare i dati durante i censimenti: condizioni meteo; riferimento del nido; specie occupante; se possibile la data di deposizione del primo uovo; nascita dei pulli; durata dell’allevamento dei pulli; data dell’involo; numero di giovani all’involo. Il periodo per i controlli: da marzo ad agosto, secondo la specie. Confrontando negli anni questi dati si possono ricavare informazioni ambientali molto importanti, ad esempio l'effetto di alcuni cambiamenti nel territorio.

Analisi del nido
Un'altra tecnica per rilevare dati scientifici è, ovviamente dopo la stagione riproduttiva, l’analisi dell’interno della cassetta nido per identificare la specie, infatti il materiale con cui viene imbottita la cassetta è significativo per ogni specie. Qualche esempio per il codirosso: sottili steli di erba, foglie secche, penne (copre interamente il pavimento). Per la cinciarella: muschio, penne, piume, steli di erba. Per la cinciallegra: muschio e pelo di animale. Per la passera d’Italia e mattugia: steli di erba, fili, carta, piume.

  • Diventa socio Lipu
  • Aiutaci a proteggere la natura e gli animali e ricevi il manualetto che racchiude tutte le informazioni per creare il tuo giardino naturale
  • Call to action 1 Immagine

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Acconsenti all'uso dei cookie Chiudendo questo banner.
Per saperne di più è possibile consultare l'informativa sulla Privacy di Lipu.