Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia
Domenica, 28 Maggio 2017 18:53

Il volo interrotto: i pericoli della migrazione

Scritto da 
Etichettato sotto

La nostra penisola è in una posizione cruciale, al centro delle rotte migratorie tra Europa e Africa.

Qui le diverse specie di migratori cercano riposo, ristoro, rifugio, un nuovo nido. Ma il benvenuto che ricevono è spesso mortale: l’Italia oggi è piena di pericoli che minacciano la sopravvivenza degli uccelli migratori che volano sui nostri cieli.

Una caccia senza freni

Alla fine dell’estate, i migratori cominciano, assieme ai loro piccoli, il viaggio per raggiungere l’Africa. Molti di loro partono dall’Europa nordorientale e dunque, a un certo punto, arrivano sui cieli italiani. Ecco allora la prima minaccia. Nel tentativo di sorvolare le Alpi, utilizzando i valichi montani, i migratori ricevono il sanguinoso benvenuto dei fucili. Oggi, la norma che vieta la caccia lungo i valichi montani, passaggi fondamentali per la migrazione, è infatti molto spesso disapplicata.

Scarsità di cibo e riparo

Oltrepassati i valichi montani, evitando trappole e pallini di piombo, gli uccelli migratori, affaticati dal primo, lungo tratto di viaggio, arrivano nella Pianura padana in cerca di ristoro e rifugio. Purtroppo, oggi la pianura ha davvero poco da offrire: anni di agricoltura intensiva hanno banalizzato il suo paesaggio, riducendo drasticamente le possibilità per gli uccelli di nutrirsi e trovare ripari sicuri.

Aiutali a migrareCon il tuo aiuto possiamo far rispettare i diviti di caccia impedire in modo rigoroso il bracconaggio, miglirare gli habitat, pianificare il posizionamento delle barriere anti collisione, soccorrere gli animali feriti nei nostri ospedali per animali.

ISCRIZIONE + GUIDA INIZIA SUBITO A GODERTI LO SPETTACOLO DELLA NATURA

Impatti e collisioni

Edifici, elettrodotti, cavi sospesi, vetrate. In prossimità delle aree urbane ma anche in aperta campagna il rischio per gli uccelli migratori di scontrarsi con barriere artificiali è altissimo: ogni anno decine di migliaia di uccelli migratori restano vittime di queste infrastrutture. Anche gli impianti eolici, se malposizionati, possono arrecare seri danni agli uccelli migratori e alla sicurezza delle specie.

Come possiamo proteggere il volo dei migratori:

La Lipu ha istituto "Wingsland", un programma specifico per salvare gli uccelli migratori. Per metterlo in pratica serve l'aiuto di persone che, come te, abbiano a cuore la natura.

Partecipa attivamente al progetto e salva i migratori. Con il tuo aiuto infatti possiamo:

  • prestare soccorso agli animali feriti: fucili, trappole, impatti e collisioni: sempre più uccelli migratori durante il loro viaggio vengono soccorsi e curati nei nostri centri recupero.
  • istituire siti di sosta vitali: le ultime aree umide e le piccole isole rappresentano siti indispensabili per la nidificazione e lo svernamento di alcune specie, o semplicemente l'unico rifugio sicuro per riposarsi e poter affrontare al meglio la traversata del mare aperto.
  • con il tuo aiuto possiamo ricreare e proteggere questi habitat e vigilare contro il bracconaggio.
  • Far rispettare i divieti di caccia e impedire in modo rigoroso il bracconaggio.
  • Migliorare gli habitat agricoli e renderli più ospitali per i migratori. 

Salva i migratori, sostieni il progetto Wingsland iscrivendoti alla Lipu 

I TUOI DATI
SCEGLI LA TUA QUOTA ASSOCIATIVA

Indica la quota associativa (nel campo "Di che specie sei") e la modalità iscrizione alla Lipu. Se sei della specie "famiglia" scrivi nel campo note il nome e cognome dei componenti della tua famiglia.



Per completare l'operazione clicca su CONFERMA.

 

Foto - Scricciolo, L.Sebastiani


 

Letto 12001 volte Ultima modifica il Domenica, 28 Maggio 2017 21:08

Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni