Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

1977, il patrimonio di tutti

1977, il patrimonio di tutti
Etichettato sotto

In Italia fino agli anni Settanta la caccia è un'attività selvaggia e incontrollata.

A regolarla c'è solo un vecchio “Regio Decreto” che di fatto permette ai cacciatori di fare un po' quello che desiderano. Nel dicembre del 1977 la Camera dei Deputati, sulla base di un testo elaborato dalla Lipu, approva la legge 968 che alza l'età minima per cacciare dai 16 ai 18 anni, stabilisce finalmente un primo elenco di specie cacciabili (escludendo rapaci, aironi, gabbiani e oche, che dunque sono salvi) e dichiara che la fauna selvatica italiana è “patrimonio indisponibile dello Stato”.

Gli animali selvatici non sono più cosa di nessuno ma ricchezza di tutti, e la caccia diventa una pratica da controllare seriamente.
La legge 968 è una tappa importante di una battaglia ancora aperta. Come l'abolizione totale dei richiami vivi. Con una donazione puoi aiutarci a portare avanti i progetti contro la caccia e il bracconaggio.

Venerdì, 23 Maggio 2014 11:22

Da oltre 50 anni curiamo gli animali, proteggiamo gli habitat, combattiamo il bracconaggio e parliamo di natura ai ragazzi. Puoi farlo anche tu. Se non sei ancora socio, puoi iscriverti alla Lipu per un anno oppure puoi rinnovare la tua quota associativa, e farai parte della nostra grande famiglia!

I TUOI DATI
SCEGLI LA TUA QUOTA ASSOCIATIVA

Indica la quota associativa (nel campo "Di che specie sei") e la modalità iscrizione alla Lipu. Se sei della specie "famiglia" scrivi nel campo note il nome e cognome dei componenti della tua famiglia.



Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni