Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

A Parma intesa Comune e Lipu per valorizzare parchi cittadini

Il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti con il direttore generale della Lipu Danilo Selvaggi (a destra) Il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti con il direttore generale della Lipu Danilo Selvaggi (a destra)
Etichettato sotto

Parchi urbani, biodiversità, coinvolgimento della cittadinanza. Ma anche Parma come eccellenza della natura, con la presenza di specie di grande importanza a livello nazionale. 

Sono questi, in sintesi, i temi trattati durante l’incontro tra il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti e il direttore generale della Lipu Danilo Selvaggi, che si è svolto nei giorni scorsi nella sede nazionale dell’Associazione che si trova a Parma in via Udine.

Si è discussa, in particolare, l’idea di uno speciale progetto sui parchi cittadini che possa valorizzarne la bellezza, evidenziare la presenza di biodiversità (ossia di specie animali e vegetali) e favorire la fruizione naturalistica da parte dei cittadini. Parchi che possano diventare luoghi di ritrovo per bambini e famiglie e laboratori all’aperto di educazione ambientale.

Presente a Parma fin dal 1973 con il Centro rapaci di Sala Baganza e, dal 1978, con la prima sede nazionale, La Lipu ha vissuto a Parma una lunga storia di battaglie per l’ambiente insieme ad altre sezioni presenti in Italia che sono poi cresciute negli anni. Oggi la provincia di Parma, oltre a essere rotta di migrazione grazie ai fiumi Po, Taro e Baganza e a diversi valichi appenninici che fanno da confine con la Toscana, è la più importante provincia italiana per la nidificazione del falco cuculo (circa 70 coppie), favorita anche dalla presenza di colture agricole costituite da prati stabili e medicai, da numerosi siti Natura 2000 (siti chiave protetti a livello europeo per la presenza di biodiversità). Di recente si è svolto il progetto Life Pianura parmense (conclusosi a dicembre 2012) che ha visto il monitoraggio, tra le altre attività, di 13 specie “target” (ad esempio averla cenerina, airone rosso e bianco maggiore, grillaio, tarabusino e altre). E come in altre città della regione e del nostro Paese, si è aggiunta da alcuni anni la presenza come nidificante del falco pellegrino, che ha trovato l’habitat ideale per costruire il nido sul campanile della Chiesa di San Giovanni Evangelista, da cui si getta in picchiata a caccia di prede.

“Lipu è da sempre in Italia un punto di riferimento per la difesa della natura – afferma Federico Pizzarotti, Sindaco di Parma - e soprattutto a Parma è rappresentata da una folta comunità di operatori e volontari in grado di valorizzare e promuovere la cultura ecologica e la biodiversità. La strada del dialogo, dei progetti e delle idee condivise è un elemento importante che abbiamo evidenziato insieme e su cui ci troviamo d’accordo. Lipu continua ad essere un grande valore aggiunto per Parma”.

“Siamo doppiamente felici – dichiara Danilo Selvaggi, direttore generale della Lipu - di sviluppare un progetto per la città di Parma. In primo luogo, perché le città sono e sempre più saranno il luogo per eccellenza in cui giocare e vincere la sfida ambientale, in termini di coinvolgimento della gente e costruzione di una nuova cultura. In secondo luogo, perché Parma è casa della Lipu da quasi trent’anni. E’ una città alla quale vogliamo molto bene e alla quale abbiamo voglia di dare il nostro contributo”.

 

 

Mercoledì, 26 Ottobre 2016 11:32

Da oltre 50 anni curiamo gli animali, proteggiamo gli habitat, combattiamo il bracconaggio e parliamo di natura ai ragazzi. Puoi farlo anche tu. Se non sei ancora socio, puoi iscriverti alla Lipu per un anno oppure puoi rinnovare la tua quota associativa, e farai parte della nostra grande famiglia!

I TUOI DATI
SCEGLI LA TUA QUOTA ASSOCIATIVA

Indica la quota associativa (nel campo "Di che specie sei") e la modalità iscrizione alla Lipu. Se sei della specie "famiglia" scrivi nel campo note il nome e cognome dei componenti della tua famiglia.



Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni