Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

Caccia, Lombardia due proposte di legge per sparare a specie protette

Peppola, foto Luigi Sebastiani Peppola, foto Luigi Sebastiani foto Luigi Sebastiani
Etichettato sotto

"Una provocazione dettata da puri intenti di propaganda ma che rischia di causare danni alla natura e al patrimonio collettivo". 

Lo dichiara la Lipu alla vigilia dell'apertura della nuova stagione di caccia, a proposito delle due proposte di legge, le numero 24 e 25, approvate ieri dalla Ottava Commissione regionale lombarda, che consentirebbero rispettivamente di catturare richiami vivi e abbattere uccelli non cacciabili quali peppole e fringuelli.

"Si tratta di due clamorose e molteplici infrazioni alla legge nazionale e alla direttiva Uccelli - dichiara Danilo Selvaggi, direttore generale della Lipu - considerati i sostanziali divieti che la normativa prevede oggi in fatto di cattura di uccelli a fini di richiamo e abbattimento degli uccelli protetti in deroga, e il passato turbolento che l'Italia, e in particolare la Lombardia, hanno vissuto in proposito, con procedure e condanne della Corte di Giustizia.

"Ciò nonostante - continua Selvaggi - dopo 7 anni, la Regione Lombardia ci riprova, con un'azione di mera propaganda che però mette a rischio un gran numero di piccoli uccelli migratori protetti. La provocazione della Regione Lombardia giunge alla viglia dell'apertura della stagione venatoria 2018/19, già costellata da problemi e infrazioni quali la durata eccessiva della stagione, le specie a rischio ancora cacciate, la cattiva abitudine delle preaperture, la zona grigia tra caccia e bracconaggio, che ha già visto tanti rapaci feriti o uccisi tra cui il capovaccaio abbattuto a Mazara del Vallo.

"Abbiamo già inviato i primi documenti di denuncia in Italia e a Bruxelles - conclude il direttore generale della Lipu - e andremo avanti fino in fondo, anche considerando il danno irreparabile alla natura che la Lombardia rischia di arrecare e lo stesso danno erariale, oggettivo e rilevante, che verrebbe inferto ai cittadini e allo Stato".
 

Venerdì, 14 Settembre 2018 17:31

Da oltre 50 anni curiamo gli animali, proteggiamo gli habitat, combattiamo il bracconaggio e parliamo di natura ai ragazzi. Puoi farlo anche tu. Se non sei ancora socio, puoi iscriverti alla Lipu per un anno. Entra nella nostra grande famiglia!

I TUOI DATI
SCEGLI LA TUA QUOTA ASSOCIATIVA

Indica la quota associativa (nel campo "Di che specie sei") e la modalità iscrizione alla Lipu. Se sei della specie "famiglia" scrivi nel campo note il nome e cognome dei componenti della tua famiglia.

Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni