Lipu Onlus, natura, uccellie animali selvatici in Italia

Avvoltoi, è allarme Diclofenac

Avvoltoi, è allarme Diclofenac Grifone, foto: William Vivarelli
Etichettato sotto

Dopo i gravi problemi causati in India e Pakistan, il Diclofenac minaccia anche i rapaci d’Europa. La Lipu chiede al Governo italiano di ritirare il farmaco dal commercio. E propone un’alternativa

Gli avvoltoi italiani rischiano di scomparire a causa del Diclofenac ad uso veterinario, un farmaco letale per queste specien di uccelli.
Aiutaci a impedire che questo accada.
 

DONA ORA
SALVA GLI AVVOLTOI ITALIANI

Si annida nelle carcasse degli animali e può lasciare senza scampo chi se ne nutre. È allarme avvoltoi in Europa per l’uso del Diclofenac, un prodotto a uso veterinario che risulta fatale per questi animali. Il farmaco, registrato e autorizzato in Italia nel 2010 e in Spagna nel 2013, risulta estremamente tossico per gli avvoltoi.

E il suo utilizzo, in India e Pakistan, ha già portato sull’orlo dell’estinzione, in pochi decenni, le popolazioni di grifone del bengala (Gyps bengalensis), che popola le aree himalayane di India e Nepal, del grifone indiano (Gyps indicus) e dell’avvoltoio beccosottile (Gyps tenuirostris) che si sono ridotte in modo drammatico fino al 99 per cento. L’India ha vietato il prodotto, nel tentativo di frenare il grave declino.

Di questa minaccia si parla negli ultimi tempi anche per l’Europa, continente dove vivono quattro specie di avvoltoi, tutte nella Lista rossa Iucn con vari rischi di estinzione: il capovaccaio, considerato ‘in pericolo’; l’avvoltoio monaco, elencato come ‘quasi in pericolo’, il grifone e il gipeto, aumentati sensibilmente grazie a progetti di reintroduzione dopo che le loro popolazioni erano fortemente diminuite nei decenni passati. Nonostante ciò ancora oggi queste due specie sono ancora minacciati di estinzione.
Purtroppo, la valutazione del rischio che ha permesso la registrazione del Dicolfenac in Italia è stata fatta esclusivamente nei riguardi della microfauna del terreno e della dispersione del prodotto nelle acque, non considerando gli effetti distruttivi nei confronti degli uccelli necrofagi. Ma oggi, sul mercato, è disponibile un’alternativa al Diclofenac: il Meloxicam, testato come sicuro per questi rapaci ed efficace nell'uso veterinario del bestiame domestico.
È urgente iniziare quindi una procedura di deferimento riguardo l’uso veterinario del Diclofenac. A questo proposito, Lipu ha chiesto al ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e al ministero della Salute il ritiro immediato dell’autorizzazione per l’Italia, uno dei produttori ed esportatori più importanti di questo farmaco in Europa. Sperando che anche la Spagna, dove vivono grandi popolazioni di questi avvoltoi, possa procedere nella stessa direzione.

 

Leggi l'articolo di Margherita D'Amico, Repubblica.it
http://www.repubblica.it/ambiente/2014/11/07/news/avvoltoi_minacciati_da_un_farmaco_diclofenac-99981667/?ref=HRLV-18
 

Venerdì, 07 Novembre 2014 11:22

Da oltre 50 anni curiamo gli animali, proteggiamo gli habitat, combattiamo il bracconaggio e parliamo di natura ai ragazzi. Puoi farlo anche tu. Se non sei ancora socio, puoi iscriverti alla Lipu per un anno oppure puoi rinnovare la tua quota associativa, e farai parte della nostra grande famiglia!

I TUOI DATI
SCEGLI LA TUA QUOTA ASSOCIATIVA

Indica la quota associativa (nel campo "Di che specie sei") e la modalità iscrizione alla Lipu. Se sei della specie "famiglia" scrivi nel campo note il nome e cognome dei componenti della tua famiglia.



Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni